«

»

Nona assoluzione per Giorgio Magliocca

1474_967070113341071_1054496697095519944_n (1)Nel 2008, in piena emergenza rifiuti, per evitare che saltasse la raccolta differenziata, arrivata al 70%, e che l’immondizia rimanesse per le strade della città, decisi di realizzare un sito di trasferenza dove stoccare temporaneamente i maleodoranti sacchetti in attesa della riapertura degli impianti di smaltimento.
Raimondo Cuccaro mi denunciò. Fui accusato di aver costruito un sito non a norma. Dopo 8 anni la verità. Il sito era a norma e fu utile non solo per salvare la raccolta differenziata ma anche per evitare danni alla salute dei cittadini. Il fatto non sussiste. Così ha dichiarato il giudice.Sono felice. Ma devo prendere atto che durante le mie due esperienze amministrative alcuni miei avversari non mi hanno contrastato sul piano delle idee e dei programmi.

Ma hanno provato a dustruggermi sul piano personale e politico attraverso l’arma delle querele e degli esposti (oltre 60. Ne rimangono altre da 3 da sistemare).
La giustizia sta dimostrando la correttezza legale del mio operato.

I cittadini, gli unici deputati a farlo, giudicheranno il mio impegno politico.
Convinto che mi aiuteranno a spazzare via l’ignominiosa macchinazione di cui sono stato vittima negli anni passati e che voleva tendere esclusivamente a condannarmi a vita a non impegnarmi più per il mio paese.

Nona assoluzione per Giorgio Maglioccaultima modifica: 2016-01-11T22:58:55+01:00da ric-pig1
Reposta per primo quest’articolo

Permalink link a questo articolo: https://ricoloriamopignataro.myblog.it/?p=171